creativa_mente

Il progetto come libertà di pensiero

×

Categoria: Uncategorized

“Il fascino del soppalco…”

…perchè quando ci troviamo a visitare un locale che ha dei soffitti alti, proviamo un senso di smarrimento ?

… vi è mai capitato di entrare in un grande magazzino ed avere la sensazione di “testa leggera?”, oppure visitare una piccola boutique e sentirvi sereni e avvolti dall’ambiente che vi circonda ?

…il mio pensiero è che cerchiamo continuamente un rifugio, dove poterci sentire un tutt’uno con ciò che ci circonda, senza doverci concentrare a trovare i confini materiali dello spazio in cui ci troviamo; un ambiente avvolgente, a mio parere, ci fa star meglio.

E così, anche un soffitto più vicino a noi, ci restituisce una sensazione più vicina alle nostre dimensioni, più palpabile, più nostra; se la nostra abitazione ha un soffitto lievemente superiore ai 2,70 m., magari intorno ai 3,00m., è facile creare un ambiente dove poterci rifugiare, sdraiati su un comodo materasso e al contempo, nella parte inferiore, ritagliare uno spazio di lavoro che favorisca la concentrazione dentro uno spazio funzionale…

LA STANZA DENTRO LA STANZA

…In una stanza delle dimensioni di circa 4,00m x 4,00m, scegliete lo spigolo, dove poter far nascere il vostro soppalco, si preferisce uno spigolo, così da poter incernierare le travi al muro, così da evitare il più possibile elementi verticali ( pilastrini), che scaricano il peso sul solaio.

..Vediamo qua sotto un esempio…, immaginiamo una stanza delle dimensioni di circa 4,00m x 4,00 m.,

SCHIZZO AMBIENTE

….è preferibile destinare una dimensione di 2,00m x 2,00m., così avere uno spazio utile per accogliere un letto matrimoniale, nella parte superiore e dimensionalmente funzionale, nella parte sottostante.

ELEMENTI NECESSARI PER LA REALIZZAZIONE DEL SOPPALCO

Una volta presi i giusti riferimenti, vediamo il lavoro nelle sue fasi ….

PILASTRINI SUI QUALI BLOCCHERO’ LA TRAVE N°1
VISTA DALL0 SPAZIO SOTTOSTANTE IL PROSSIMO SOPPALCO
POSIZIONAMENTO PERLINE
REALIZZO UNA SCALA ARREDO PER ACCEDERE COMODAMENTE AL SOPPALCO
RISULTATO FINALE
ANGOLO STUDIO
IL SOPPALCO

LA STANZA DENTRO LA STANZA

Oggi ho sellato un cavallo di pezza

…era bello anche nudo, ma osservando le pieghe assunte da un porta documenti in pelle inutilizzato, mi è venuto in mente di realizzare per te una sella ….

Forbici, un foglio di carta per realizzare il modello di costruzione, alcuni chiodi, martello e via a smontare la piccola borsa per recuperarne la pelle…., prendo le misure e disegno sulla carta l’impronta della sella proporzionata alle tue misure e poi con dei bottoni a clip…… et voilà

…Oggi ho disegnato un sogno…

tante volte si provano sensazioni che si vorrebbero esternare, ma non si trovano le parole e allora si cercano atri mezzi per comunicare e guardando al passato, si pensa come poter dare corpo ai sogni…

…mi sveglio nel cuore della notte e interrompo il Sogno con il quale ho provato la sensazione di attraversare il mare con una barca.

Non so bene che tipo di barca fosse, forse a motore e la sensazione che provo è quella di correre veloce a pelo d’acqua, come per raggiungere l’infinito…, davanti nell’orizzonte ci sono tante altre barche, con le quali potrei entrare in collisione e allora viro verso la spazialità e la libertà …

In fretta mi alzo, doccia e colazione e poi esco per comprare dei colori, con l’intento di disegnare il mio sogno, ma niente, tutto è chiuso e in questo periodo così incerto, mi impongo di riuscire a disegnare ciò che mi suggerisce il cuore.

Afferro un vecchio barattolo di stucco secco, lo diluisco con acqua, aggiungo un fondo di colore bianco preso da un vecchio barattolo e do corpo al mio Sogno, con delle matite colorate…

… Questa è la realtà che vorrei disegnare… Ora …